comic show

SHOW

venerdì 19 luglio - ore 21:30

NERDFLIX

LA NUOVA PIATTAFORMA DE I PEZZI DI NERD

In scena i Pezzi di Nerd, pronti a trascinarvi nella nuovissima piattaforma teatrale di loro invenzione: Nerdflix. Il pubblico sarà catapultato all’interno dello schermo di un tablet, vedrà le proprie app prendere vita e lasciare spazio al logo di Nerdflix, una grande “N” che qualcuno potrebbe ricollegare ad una nota piattaforma di streaming. Gli spettatori si ritroveranno a spulciare l’offerta della splendida app: un viaggio esilarante tra trailer improbabili, parodie delle serie tv più gettonate e sagaci riferimenti alla cultura pop. Le migliori serie tv.. I migliori film.. I migliori documentari… Noi NON li abbiamo! Ma abbiamo prodotti di scarto come LA CASA DI GRATTA… BREAKING NERD… IL BUONO IL BRUTTO E IL TACCHINO… Tutti rigorosamente Live E orgogliosamente Low-cost. Talmente low-cost che non abbiamo nemmeno i soldi per continuare a scriv....

mercoledì 24 luglio - ore 21:30

RUGGERO DE I TIMIDI

LA GRANDE TIMIDEZZA

Dopo aver festeggiato i 10 anni di carriera Ruggero de i timidi torna a teatro con il suo nuovo spettacolo: LA GRANDE TIMIDEZZA. Un caleidoscopio di momenti con una scenografia che vorrebbe scopiazzare la realtà aumentata ma non ci riesce. Tra nuovi sketch e nuove canzoni spazio ai grandi classici. Con Fabiana Incoronata Bisceglia nel triplo ruolo di moglie, soubrette e Faby q reginetta delle canzoni estive.

venerdì 26 luglio - ore 20:00

CINEFACTS PODCAST #250 SPECIALE LIVE SHOW

con la partecipazione dei registi e sceneggiatori DAMIANO e FABIO D'INNOCENZO

IL PODCAST DI CINEMA E SERIE TV

Il podcast di Cinema più ascoltato d'Italia arriva alla puntata 250 e per l'occasione invita ascoltatrici e ascoltatori ad assistere dal vivo alla registrazione! Trailer, news, recensioni, tanti ospiti e amici del podcast, più un sacco di sorprese che scoprirete solo all'evento!

mercoledì 4 settembre - ore 21:00

GIORGIO MONTANINI

C'È SEMPRE QUALCOSA DA BERE

Quanti film, canzoni, romanzi, raccontano l’esperienza di una morte sfiorata che si trasforma in una salvifica rinascita? Migliaia. Quanti spettacoli di stand up comedy? Questo è il primo. “C’è sempre qualcosa da bere” racconta in modo satirico e tagliente una vicenda traumatica e tragica ma con una conclusione a “lieto fine”. Sul palco il comico fa ammenda e guarda le cose con occhi nuovi, attraverso un punto di vista differente. La condivisione di vicissitudini personali non risparmieranno argomenti come la guerra, la violenza sulle donne, l’ambientalismo e l’animalismo. Uno spettacolo decisamente autoironico partendo da un tema che la satira da migliaia di anni cerca di dissacrare: la morte.

mercoledì 11 settembre - ore 21:00

IPPOLITA BALDINI

IO, ROBERTA IPPOLITA LUCIA

Se è vero che gli uragani più devastanti hanno nomi femminili tenetevi forte lei ne ha tre! Roberta Ippolita Lucia, in arte Ippolita Baldini è in cerca del suo centro di gravità, lavora come attrice, cerca l’uomo della sua vita, magari anche tra gli spettatori, non si sa mai. E' in continuo movimento perché non è facile avere tre nomi, non è facile avere tre personalità e saperle gestire con equilibrio in un mondo come quello di oggi, così pieno di stimoli e false libertà, ma soprattutto non è facile avere una mamma Marchesa! Tutto questo in uno spettacolo stupefacente, interpretato da una attrice in ascesa brillante e divertente che si mette a nudo, senza paura, raccontando di sé, quindi di noi. Vi aspettano sul palco tutte e tre: “Io, Roberta Ippolita Lucia”.

venerdì 13 settembre - ore 21:00

ALESSANDRA FAIELLA

LA VERSIONE DI BARBIE

Ma quali favole ci hanno raccontato? Dalla Bella Addormentata a Biancaneve fino ad arrivare a lei, la Barbie, la donna perfetta. E noi no, noi siamo tutt’altro che perfette. Noi ci barcameniamo tra lavoro, carriera, figli, mariti, amanti, palestre ed estetiste, ossessionate dall’idea di una perfezione che non riusciremo mai a raggiungere. E allora? E allora smettiamo di lamentarci e prendiamo in mano la nostra vita. Attraversando con piglio ironico e dissacrante l’itinerario di formazione della donna di oggi dalla nascita alla morte, Alessandra Faiella invita a uscire fuori dal tunnel della finta emancipazione, poiché il sonno della ragione che ha già generato troppi mostri.