stand-up

TAKE A STAND-UP

Biglietti 20 euro

mercoledì 24 agosto - ore 21

MARY SARNATARO

SONO UNA BRUTTA PERSONA MA UNA FANTASTICA SCIMMIA

Sapete cosa hanno in comune Chiara Ferragni, Greta Thunberg e Giulia De Lellis? Loro non dicono parolacce, non fumano, non bevono, non prendono mai per il culo nessuno, si schierano sempre dalla parte giusta, hanno dei cani che viziano come figli unici e non dicono mai una scomoda verità! Insomma: sono delle belle persone o non si spiegherebbero i milioni di follower che le seguono e le amano. Io... beh io, invece no! Io sono una brutta persona. Forse perché mangio carne, dico parolacce, non sono bella (beh, se è per questo neanche Greta lo è); forse perché non sopporto chi è privilegiato e ciononostante si lamenta tipo i gay, o chi fa il prepotente con i deboli tipo i lavavetri con le donne alla guida; forse, anzi sicuramente, perché spesso mi scappa una parola di troppo, ovviamente scomoda, che 9 volte su 10 mi torna indietro come un drone del presidente della Campania De Luca che minaccia di prendermi a calci in culo se apro bocca. Tutto questa fa di me una brutta persona... e infatti io mica ce li ho tutti sti follower.

mercoledì 31 agosto - ore 21

DAVIDE CALGARO

VENTI FRESCHI

Il più giovane stand up comedian italiano ci rivela cosa vuol dire avere vent’anni, andare a vivere da solo e i problemi di chi come lui – proprio perché giovane – non viene mai preso sul serio. Dopo aver descritto nel suo primo spettacolo i suoi sedici anni, dalla scuola agli amici fino al rapporto con i genitori, Davide Calgaro alza il tiro e racconta in chiave comica e per esperienza diretta il passaggio dall’adolescenza all’età adulta e i guai che ne derivano, ridendoci su. ‘Venti Freschi’è il suo secondo spettacolo, adatto sicuramente ai suoi coetanei (‘venti freschi’ sono gli anni compiuti da Davide) ma anche ai loro genitori che avranno finalmente la possibilità di entrare nei pensieri della Generazione Z, ovvero i ‘post-millenian’.

mercoledì 7 settembre - ore 21

FILIPPO GIARDINA

DIECI

Dieci è il decimo monologo satirico di Filippo Giardina. Dieci è lo spettacolo della definitiva liberazione di Giardina dal comune senso del pudore. Dieci è il viaggio di un comico che ha passato 20 anni della sua vita a parlare da solo su un palco e non sente più il bisogno di essere legittimato. Dieci dissacra quel posticcio dolore esistenziale che in un mondo reale sempre più accartocciato nel virtuale, è diventato il filo conduttore della vita di tutte le persone che abitano il mondo ricco. Dieci continua il percorso di critica ai social network in un una società che ottusamente si ostina a non comprenderne la gravità. Dieci abusa costantemente della libertà di espressione per sollevare dilemmi etici. Dieci è un viaggio nel senso dell’umorismo che costringerà gli spettatori a pagare il prezzo di vedere disintegrate le proprie certezze attraverso una risata. Dieci è uno spettacolo che parla degli ultimi senza pietismo nè compassione ma con umana empatia. Dieci parla con disprezzo della dominante cultura della popolarità facendosi carico del rischio di essere profondamente impopolare. Dieci è un monologo satirico che racconta una società che ha completamente dimenticato che cosa sia la satira.

Il programma potrà subire variazioni indipendentemente dalla volontà della direzione. Per evitare assembramenti è consigliato l’acquisto anticipato dei biglietti.